Passeggiata naturalistica nel Parco del Castagno di Dughe

Tribil Superiore
Domenica 18 ottobre 2020
Tribil Superiore
33040 Stregna UD
Italia
Pro Loco Nediske Doline- Valli del Natisone
349 324 1168 / 339 840 3196
Passeggiata naturalistica nel Parco del Castagno di Dughe @ Tribil Superiore | Stregna | Friuli-Venezia Giulia | Italia

La guida naturalistica Andrea Vendramin vi porterà nel regno segreto dei castagni secolari di Dughe, nelle Valli del Natisone.
Cosa simboleggia il castagno per queste Terre Alte? Qual è l’importanza del suo legno e dei suoi frutti?
Il Castagno, presente in tutte le case e i fienili, forniva le risorse da scambiare con la pianura in cambio di beni di prima necessità.
Impareremo così a riconoscere questa pianta e a individuare le cicatrici lasciate dagli innesti fatti dall’uomo per far crescere le varietà nutritive utili e anche facilmente commerciabili.
Scopriremo conoscenze antiche trasmesse dagli anziani, sugli usi tradizionali di questa pianta.
Tra le radici di questi alberi cercheremo le tane e le tracce di alcuni abitanti dei nostri boschi, come i tassi e i cinghiali, e alzeremo lo sguardo tra i rami alla ricerca di qualche ghiandaia di passaggio.

Scarica la locandina

PROGRAMMA:
10:00 ritrovo e partenza al parcheggio presso il campo sportivo di Tribil Superiore, Comune di Stregna;
14:00 Rientro per il pranzo presso l’ex scuola di Tribil Superiore-

Abbigliamento richiesto: scarpe da trekking o scarponcini e acqua secondo le proprie necessità. Sono graditi gli amici a quattro zampe.

Il costo è di 20 € euro (€10 per i bambini sotto i 10 anni) e comprende la guida e il pranzo al ritorno in paese (zuppa di castagne, štakanje con formaggio e salsiccia, caldarroste delle Valli del Natisone, ¼ di vino e ½ di acqua).

Accesso
Giunti a Cividale seguire indicazioni per San Pietro al Natisone. Arrivati in località Ponte San Quirino seguire indicazioni per San Leonardo-Stregna-Tribil Superiore.

Sanità e igiene
Ai partecipanti sprovvisti saranno forniti i DPI previsti dai DPCM e si chiede agli stessi di attenersi alle disposizioni dei DPCM