L’IMPATTO SOCIALE ED ECONOMICO DELL’ATTIVITÀ DELLE PRO LOCO ITALIANE

L’IMPATTO SOCIALE ED ECONOMICO DELL’ATTIVITÀ DELLE PRO LOCO ITALIANE

Nel corso dell’Assemblea Straordinaria tenutasi a Tavagnacco lo scorso 18 luglio è stato presentato lo studio sul valore socioeconomico delle Pro Loco commissionata dall’UNPLI Nazionale alla CGIA di Mestre, si tratta della prima volta in tutta Italia che lo studio viene presentato in una sua versione regionale.

Il Friuli Venezia Giulia in molti indicatori positivi ha percentuali superiori della media nazionale (e il primato per quanto riguarda la formazione sulla sicurezza) e per quanto riguarda la ricaduta dei suoi eventi, dalle sagre ad altre manifestazioni, sul territorio e le aziende locali “vale” 200 milioni di euro l’anno, ovvero il 10% del valore totale nazionale (2,1 miliardi di euro), a testimonianza del valore che viene reinvestito sul tessuto economico del Friuli Venezia Giulia. Numeri basati sui dati 2018 elaborati nel 2019: ora il Covid-19 ha imposto a 2 Pro Loco su 3 di annullare, posticipare o ripensare i propri eventi nel 2020.

L’IMPATTO SOCIALE ED ECONOMICO DELL’ATTIVITA’ DELLE PRO LOCO ITALIANE