Primo appuntamento formativo per i Volontari di Servizio Civile nelle Pro Loco FVG

Primo appuntamento formativo per i Volontari di Servizio Civile nelle Pro Loco FVG

Dopo l’avvio del nuovo anno di Servizio Civile a gennaio, i volontari impegnati nelle sedi delle Pro Loco del Friuli Venezia Giulia hanno iniziato il loro percorso di formazione, un percorso che offre una panoramica generale sul progetto di Servizio Civile approvato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e che dovrà essere svolto dai giovani in servizio, progetto focalizzato quest’anno sul tema dell’enogastronomia regionale, dal titolo “Il Patrimonio Enogastronomico regionale in un percorso tra storia, tradizioni e nuovi stili alimentari”.

La formazione dedicata ai volontari intende sottolineare l’importanza del ruolo dei giovani in servizio per le comunità così come quella degli enti presso i quali opereranno nel corso di un intero anno, per un totale di 1400 ore. La formazione generale e specifica prevista fornirà ai ragazzi gli strumenti necessari per comprendere i loro diritti e doveri, finalità ed obiettivi del progetto e per conoscere e gestire le dinamiche legate alle attività dell’ente.

Nelle giornate del 16 e 17 gennaio 2018 i volontari sono stati convocati per le prime lezioni presso Villa Manin di Passariano, divisi in due gruppi: il primo giorno si sono riuniti i ragazzi impiegati nelle sedi della provincia di Udine, mentre il giorno successivo quelli di Pordenone e Gorizia.

Nel corso della mattinata il Presidente dell’UNPLI FVG, Valter Pezzarini, ha salutato i volontari sottolineando l’importanza del Servizio Civile come nuova avventura ricca di opportunità all’interno delle Pro Loco; avventura che permette, tra le altre cose, di conoscere il proprio territorio così da promuoverlo al meglio durante le varie manifestazioni realizzate nel corso dell’anno dalle associazioni coinvolte. A seguire, da parte dei formatori presenti, la lettura del contratto e dei diritti e doveri dei volontari, nozioni circa il ruolo dell’Operatore Locale di Progetto e un excursus sulle attività previste nel corso dell’anno.

Nel pomeriggio la dottoressa Spitaleri ha tenuto il Corso sulla Sicurezza negli ambienti di lavoro, un tema importantissimo che ha suscitato notevole interesse nei ragazzi presenti. Dalla legislazione che tutela i lavoratori ai concetti di infortunio e malattia professionale, dall’informazione e formazione in materia rivolta ai dipendenti alla gerarchia delle responsabilità e dei ruoli nella piramide dell’organizzazione della tutela, i ragazzi hanno acquisito le nozioni basilari in campo di sicurezza e salvaguardia dei lavoratori, nozioni testate poi a fine lezione con la compilazione di un questionario finalizzato al conseguimento del relativo attestato di partecipazione.

L’intensa giornata di lavoro ha permesso a ciascun giovane volontario di chiarire dubbi ed acquisire nuove e apprezzabili competenze, ma non solo: la condivisione delle lezioni con gli altri ragazzi ha creato proficui momenti di scambio ed interazione, in un piacevole confronto tra diverse esperienze e percorsi di vita.

 

Ailîs D’Osualdo

Fabiola Puzzoli

(Volontarie Servizio Civile Nazionale)